Dal 9 Maggio cambio di residenza in tempo reale

Dal 9 Maggio cambio di residenza in tempo reale.

anagUn balzo in avanti sulla strada dell’innovazione che vede l'Ufficio Anagrafe protagonista di una semi-rivoluzione. Da oggi per effettuare un cambio di residenza e un'iscrizione anagrafica basteranno due giorni lavorativi contro i 1/3 mesi previsti fino ad ora. Non solo si riducono drasticamente i tempi. Ma si arricchiscono le modalità di presentazione della domanda, che attraverso la compilazione del modello unico di dichiarazione anagrafica scaricabile sul sito, potranno essere presentate allo sportello, via fax, con raccomandata, attraverso posta elettronica certificata e posta elettronica ordinaria solo dietro scansione del documento. All'interno i dettagli del nuovo procedimento.


Dal 9 Maggio 2012 inizia la prima attuazione delle disposizioni dell'art. 5 del  dl 9 febbraio 2012 (legge di conversione 35 del 4 aprile 2012) inerente il "Cambio di Residenza in tempo reale".Per conoscere le disposizioni attuative definitive bisognerà comunque attendere la revisione del regolamento anagrafico (con dpr) - Nel frattempo con circolare ministeriale sono state impartite le disposizioni necessarie all'avvio, come di seguito riportato.

Modulistica prime disposizioni attuative

Le domande di iscrizione provenienti da altro comune o dall'estero, di cambio di abitazione all'interno del comune o, di trasferimento all'estero (per i soli cittadini italiani) redatte su modulistica unica ministeriale debitamente compilata e sottoscritta e corredata della documentazione indicata dal ministero stesso, potranno essere presentate, per:

per posta raccomandata all'indirizzo: Comune di Badesi -  Ufficio Anagrafe, Via Risorgimento, 15 - 07030  Badesi (OT)

per fax al n. 079684164

o, per via telematica agli indirizzi:

demografici@comunebadesi.ot.it

servizidemografici.badesi@legalmail.it

 
in questo caso tuttavia nel rispetto di una delle seguenti condizioni:

  • la richiesta sia sottoscritta con firma digitale.
  • la dichiarazione sia trasmessa dalla casella di posta elettronica certificate (pec) del dichiarante.
  • la dichiarazione recante la firma in originale e la riproduzione integrale del documento di identità valido del dichiarante, siano acquisiti a mezzo scanner e trasmessi per posta elettronica semplice.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento di riconoscimento del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.

La dichiarazione di residenza è resa a norma del dpr 445/2000, pertanto in caso di dichiarazioni mendaci si applicano gli art. 76 e 77 dello stesso dpr, che dispongono la decadenza dai benefici acquisiti (ovvero il ripristino della posizione anagrafica precedente, come non fosse mai intervenuta alcuna modifica), nonchè il rilievo penale. E' inoltre prevista la comunicazione all'Autorità di Pubblica Sicurezza

 

Il nuovo procedimento (in breve)

La comunicazione di avvio del procedimento, prevista dalla legge 241/90 (e recante l'informazione degli accertamenteseguiti e la durata del procedimento) è rilasciata all'interessato contestualmente alla
presentazione dell'istanza allo sportello, ovvero successivamente con altro mezzo.

Entro due giorni dalla prentazione della richiesta e - ove ne ricorra il caso - richiede la cancellazione al comune di provenienza, il quale la dispone entro 2 giorni lavorativi successivi, mentre entro 5 giorni lavorativi comunica/conferma al comune di nuova iscrizione i dati necessari alla registrazione della scheda individuale e di famiglia;

Nelle more il comune di nuova iscrizione rilascia solo certificazioni di residenza e stato di famiglia limitatamente alle informazioni documentate. Il comune di provenienza invece sospende immediatamente la certificazione.;

Il comune di nuova iscrizione dispone accertamenti per la verifica della dimora abituale, dei quali deve obbligatoriamente comunicare l'esito all'interessato entro 45 giorni dalla data di presentazione della domanda, pena il silenzio-assenso;

in caso di pre-requisiti mancanti (es. titolo di soggiorno) od esito negativo dell'accertamento in ordine alla dimora abituale - fatto salvo il rispetto del termine di cui sopra - il comune  invia all'interessato il preavviso di rigetto previsto dall'art. 10 bis Legge 241/90 smi. L'interessato ha diritto di presentare, entro il termine di 10 giorni, osservazioni e documenti. La comunicazione interrompe i termini, che iniziano a decorrere di nuovo dalla data di presentazione delle osservazioni o, trascorsi 10 giorni dalla comunicazione di cui sopra. Le motivazioni di mancato accoglimento delle osservazioni dovranno essere indicate nel provvedimento di rigetto e di ripristino della posizione precedente

Le richieste prive di informazioni essenziali sono irricevibili.

In allegato i moduli ministeriali e l'elenco dei documenti da allegare.

- Modulo variazione residenza in tempo reale.doc
- Modulo trasferimento all'estero in tempo reale.doc

torna all'inizio del contenuto